Home > Comunicati Stampa > Il provveditore di Cremona: «Mattia in lieve miglioramento, accendiamo una candela per lui»

Il provveditore di Cremona: «Mattia in lieve miglioramento, accendiamo una candela per lui»

Il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale invita tutti a un momento di raccoglimento domani alle ore 20 per lo studente 18enne ricoverato in terapia intensiva all’ospedale Maggiore

 

Cremona, 30 marzo 2020

 

«Le condizioni di Mattia stanno facendo registrare lievi, ma incoraggianti miglioramenti. Per questo motivo, con l’intenzione di assecondare questi importanti segnali, invito tutti con il cuore ad osservare un momento di raccoglimento domani sera, 31 marzo, alle ore 20». È l’appello del dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Cremona, Fabio Molinari, per accompagnare fuori dall’incubo lo studente 18enne ricoverato da due settimane nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Maggiore per una polmonite da Covid-19. «Chiedo alla popolazione di accendere una candela, ai sacerdoti di illuminare le chiese di notte, alle forze dell’ordine di far suonare le sirene per un minuto»: Molinari sollecita ad offrire un segno della propria vicinanza al giovanissimo cremonese, colpito dalle conseguenze del contagio che sta spaventando il mondo. Il dirigente dell’Ust è in contatto quotidiano con la madre di Mattia, la signora Ombretta, che sta vivendo l’ansia dell’attesa con grande coraggio: «Rivolgiamo tutti un pensiero a Mattia – sottolinea Molinari -. Facciamolo anche per la sua mamma».